Nuove norme per le guide turistiche

Freccia 
Freccia 
A seguito delle recenti innovazioni normative, sia a livello nazionale che regionale, l’Assessorato all’Agricoltura e Forestazione, Turismo, Difesa Fauna e l’Assessorato alle Politiche del lavoro, Formazione professionale e permanente, Collocamento informano che i percorsi di accesso all’esercizio della professione di Guida Turistica, sono stati profondamente differenziati in base al possesso di titoli di studio diversi.

La Regione Toscana sta predisponendo le linee guida in materia, da diffondere a tutte le Province del territorio, per evitare il crearsi di situazioni disomogenee sui diversi territori provinciali.

In un’ottica di collaborazione e al fine di dare risposte uniformi agli utenti, si ritiene utile che i Comuni del territorio provinciale provvedano anch’essi ad informare i cittadini interessati all’avvio dell’attività di guida ai sensi delle nuove disposizioni normative, illustrando gli adempimenti ed i percorsi descritti nella scheda allegata.

Allo stesso tempo, per poter tracciare un quadro provinciale chiaro e preciso, si richiede ai Comuni di informare la Provincia di Pisa (Servizio Formazione e Lavoro, e-mail m.capantini@provincia.pisa.it, telefono 050 929529 e Servizio Sviluppo Rurale e Turismo s.gorini@provincia.pisa.it telefono 050 929781) circa le modalità con le quali hanno fino ad oggi interpretato l’articolo 10, comma 4 del cosiddetto Decreto Bersani bis (decreto n. 7/2007, convertito con Legge 40/2007), avendo premura di conformarsi per quanto necessario a permettere il corretto svolgimento delle verifiche secondo quanto indicato dalla Regione Toscana.