BUONI STUDIO CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA PER STUDENTI FREQUENTANTI IL PRIMO BIENNIO DEL CICLO SECONDARIO

Il "Piano di Indirizzo Generale Integrato 2006-2010" (deliberazione Consiglio Regionale n. 93 del 29 settembre 2006) - di cui all'art. 31 della Legge Regionale n. 32 del 26 luglio 2002 – ha introdotto l’intervento per l’assegnazione dei buoni studio contro la dispersione scolastica e formativa destinato agli studenti del primo biennio delle scuole secondarie di secondo grado e volto a ridurre la dispersione scolastica, particolarmente consistente nei primi due anni delle superiori, e conseguentemente l'abbandono che colpisce soprattutto gli studenti appartenenti a famiglie a basso reddito. Detto intervento, rispetto a quello degli assegni di studio che sostanzialmente sostituisce, è legato all’esito scolastico ed alla frequenza.
La prima applicazione è avvenuta dall’a.s. 2006-07, secondo le linee guida della Regione Toscana (G.R. n. 746 del 16-10-06), con assegnazione tramite bando provinciale.
I finanziamenti erogati sono regionali, statali e del F.S.E. La Regione definisce le linee guida e la Provincia emana il bando.

L'intervento finanziato per gli anni scolastici 2006-07 e 2007-2008 non è riproposto per l'anno scolastico 2008-2009 e seguenti.